sfondo profilo -  architetto giovanni azzolina

portfolio

Sito Ufficiale  - Architetto  Giovanni Azzolina -  Ordine degli Architetti di Palermo  N.4832  -  Architettura - Design - Computer grafica -  Pratiche edilizie  -  P.iva 06086600829

Logo design - Architetto Giovanni Azzolina - Palermo

Progettazione e design

Rendering - Modellazione 3d

Logo Design

Progettazione e architettura

  • Déjà vu

    Déjà vu - Porta riviste, libreria componibile,  dal ricordo delle costruzioni  che coloravano le nostre fantasie.

    Struttura in legno massello laccato nei colori proposti.

    Contest design interni: GO LIVING / Progetti

    Promotore contest: Formabilio

    Anno progetto: 2015

  • Onda

    Onda - la seduta bella da vedere ma soprattutto confortevole, per una casa giovane e moderna. Proposta in kit di semplice assemblaggio, disponibile in due versioni colore acero naturale e black

    Contest design interni: So casual -Eco-design condiviso e made in Italy-

    Promotore contest: Formabilio

    Anno progetto: 2014

  • La Sedia "GICAT3"

    La sedia, pensata come elemento d'arredo, si compone fondamentalmente di due materiali ai quali è dato il compito di comunicare suggestioni come “evanescenza” e “compattezza”. L’intelaiatura realizzata in legno di frassino mostra forme spigolose a sezione quadrata, mentre la seduta e lo schienale, composti da lastre di policarbonato trasparente, si dissolvono alla vista lasciando spazio a innesti in legno di frassino sui quali sembrerebbe potersi poggiare direttamente. Questi ultimi di spessore variabile sono adagiati su un reticolo di cui mostrano le orme e la sequenzialità degli spazi e completamente inglobati dalla struttura in policarbonato trasparente.

    Contest design interni: Idee per la Progettazione di una Sedia.

    Promotore contest: Promosedia

    Anno progetto: 2009 -2015

  • Distributore caffè

    Lavoro commissionato da CoffeeBreack Italia srl - Gennaio 2015.

    Le immagini, risultato  del lavoro di progettazione grafica, modellazione 3d, mappaggio materiali,  renderizzazione scene e modelli, hanno contribuito alla prototipazione del prodotto finito e alla  presentazione  sul mercato antecedente alla sua realizzazione.

    Modellazione 3d, rendering, progettazione grafica.

    Committente: CoffeeBreack Italia srl

    Anno progetto: 2015

  • Elaborazione immagini e rendering

    Studio di scene  per  interni ed esterni con rappresentazione render  di modelli 3d.

    Modellazione 3d, rendering, progettazione grafica, editing immagini.

    Contesto: Master innovation virtual design

    Anno progetto: 2010

  • Logo design

     

    Realizzazione, elaborazione e progettazione grafica, editing immagini, realizzazione logo.

    Contest : Starbyte

    Anno progetto: 2015

  • Concorso per la riqualificazione dell’ isola spartitraffico tra la via Volturno - via S.Balsamo - Palermo

    Le direttive per i primi abbozzi di progetto sul “classico foglio bianco” sono state date indubbiamente dai  luoghi circostanti, oggetto della riqualificazione. L’isola spartitraffico non poteva escludere l’ idea  della forma  triangolare già insita nella conformazione planivolumetrica degli spazi vuoti  nonché nell’intersezione degli assi viari, via Volturno e via Balsamo. L’ambizione  che l’area del progetto diventasse qualcosa più che una semplice  rotatoria/fermata bus,  ha fatto si che si iniziasse una faticosa ricerca da subito  caratterizzata  da una cernita tra la moltitudine di immagini, intuizioni, idee e reminiscenze frutto della suggestione del luogo. La prima idea messa in atto nel progetto è quella di dare un impronta al luogo che riprendesse le linee caratteristiche del Libery palermitano con  intrecci di linee curve e cerchi che culminano in ornamenti floreali. Il secondo passo è stato quello di dare spessore ai segni raffigurati  sul piano con un processo di estrusione verso l’alto, facendo diventare le esili volute, volumi che acquistano funzione di riparo e seduta. Infine  alla suggestione di un mosaico fatto di piccole tessere in terracotta con innesti bianchi (suggerito dall’ incanto degli scavi archeologici di Solunto) e al materiale povero e di riciclo  (cocci di volterrane),  è stato dato  il compito di ornare le pareti verticali e orizzontali delle sedute.

    Contest: Concorso per la riqualificazione dell’ isola spartitraffico tra la via Volturno - via S.Balsamo - Palermo

    Promotore contest: Ordine Architetti palermo, Comitato cittadini per  il bene comune

    Anno progetto: 2013

  • Progetto di restauro edificio

    Tav. Descrizione del degrado secondo rappresentazione grafica NORMAL

    Il rilievo a vista dello stato conservativo e un’attenta campagna fotografica ha permesso l’individuazione delle morfologie macroscopiche del degrado di superficie del edificio prospiciente su via Papireto, via Filippone e vicolo della Ronda (Palermo). La struttura muraria è realizzata con blocchi, non perfettamente squadrati, di arenaria di colore grigio-giallo, mentre i blocchi dei cantonali sono perfettamente squadrati e di dimensione più grande. I conci sono legati con malte aeree confezionate con calce, sabbia e polvere di arenaria. La superficie muraria è caratterizzata da un ricoprimento di intonaco di calce che è soggetto a un accentuato processo di decadimento indotto dagli agenti atmosferici. L’infiltrazione di acqua, dovuta alla fatiscenza della copertura, concentra l’umidità (di penetrazione) nelle zone di ristagno e percolazione, distaccando l’intonaco dal supporto, mentre l’umidità di condensazione provoca distacchi tra gli strati di applicazione distribuendosi in modo disomogeneo su tutta la superficie. L’infiltrazione di acqua nei giunti della muratura priva di intonaco ha comportato la parziale decoesione delle malte. Tale decadimento, che si presenta molto accentuato sulla parte basamentale dell’edificio, è manifesto anche in corrispondenza del cornicione, del marcapiano e delle aperture. Le alterazioni chimiche del materiale producono effetti più consistenti in zone dove il contenuto di acqua è costante, tali effetti sono: le efflorescenze saline (per cristallizzazione dei sali), e la disgregazione del materiale lapideo, a causa della dissoluzione della componente carbonatica (pietra sedimentaria a componente carbonatica), con conseguente polverizzazione dell’arenaria.

    Progetto di restauro architettonico

    Rilievo stato di fatto, rappresentazione grafica degrado materico, progettazione  del restauro edificio.

    Anno progetto: 2005

Bisognerebbe progettare partendo da quello che non si deve fare per poi trovare alla fine quello che si deve fare.

 

( Ettore Sottsass )

 

Di seguito svariati esempi di lavori eseguiti in settori di progettazione quali: grafica, design, architettura.

Logo design - Architetto Giovanni Azzolina - Palermo

Informazione contatto

Indirizzo: Via Ugo Antonio 70, 90123, Palermo, Sicilia, Italia.

 

E-mail info@architettokmzero.it

 

Cell. +39 3204065917

 

Collegamenti veloci

Home

profilo

portfolio

km zero

contatti

Blog

Newsletter

Invio del modulo in corso...

Il server ha riscontrato un errore.

Modulo ricevuto.

Per restare informato, su approfondimenti, sconti, news, etc.

Grafica e contenuti © 2015Architetto Giovanni Azzolina -  N.4832 appcpa -   Tutti i diritti riservati.

Per informazioni: info@architettokmzero.it

twitter - Architetto Giovanni Azzolina Facebook - Architetto Giovanni Azzolina Google +  - Architetto Giovanni Azzolina houzz - Architetto Giovanni Azzolina - Palermo Linkedin - Architetto Giovanni Azzolina - Palermo

Condizioni generali - Privacy